giovedì, dicembre 17, 2009

si fa presto a dire New York Times


Ma qui
per esempio c'è un editoriale molto sensato, per non parlare di qui dove ci sono notizie inaspettate sul tempo,
e poi anche qui l'inaspettato presepe vivente di Teano, io penso che i giornali locali cartacei,
al di la della facile ironia, resteranno, forse aiutati dall'edizione onlinel , saranno il pezzo di carta familiare abbandonato sul tavolo del caffè, la grafica è quella che è cioè quella che decide l'esito delle elezioni da sempre.

11 commenti:

gians ha detto...

La grafica ha il suo peso, del resto vuole sempre la sua parte, ma questo non è l'unico neo, i giornalisti capaci in genere puntano a redazioni di fama, e quelle si sà sono in mano ad editori spregiudicati.

gians ha detto...

...dimenticavo, gli elettori lettori, sono una brutta bestia, non si accontentano di leggere un solo giornale.

Ugolino Stramini ha detto...

Pensa che sono stato corrispondente in due di questi e fondatore, direttore, editorialista, caporedattore, opinionista, grafico, agente pubblicitario e strillone di quello del mio condominio (abitavo in una bifamiliare, e rappresentavo la sinistra)

egine ha detto...

>Gians 1 e 2 dai un occhiata ai Pulitzer:
http://www.pulitzer.org/
e potrai constatare che molti dei premi che vengono
assegnati sono vinti da giornalisti che lavorano per
giornali di provincia, la tenacia nelle inchieste o la
perseveranza nel seguire casi dei quali nessuno avrebbe mai saputo niente, quindi un po di tifo
anche per loro, sui lettori elettori francamente non
ci ho capito niente,

>Ugolino sempre minimalista tu, la classe è classe,
il pulitzer te lo do io, sulla testa.

Gians ha detto...

Il commento stringato sui lettori elettori voleva significare che spesso buona parte della politica, tende a considerare le persone come un branco di pecore, incapaci di farsi un'opinione propria, quindi condizionati da quanto leggono su Repubblica piuttosto che su Il Giornale. A mio parere invece, le cose non stanno in questo modo, ci sono elettori infatti che hanno il buon vizio di leggere quotidiani ma non solo, di diversi orientamenti e solo dopo decidono con cognizione quale pensiero gli è più congeniale.

egine>gians ha detto...

Gians capisco il punto, io però pensavo piuttosto
alle notizie che riguardano il territorio, quelle cose
che possono interessare al massimo una provincia,
in questo senso dicevo che i giornali locali hanno una
loro utilità

Tess ha detto...

Io non vado più in là del Cormez rigorosamente online. Sono d'accordo sul discorso della grafica che è la prima cosa che attira o allontana

Gians ha detto...

Allora spiegami i tag!

egine ha detto...

>Tess il Corriere del Mezzogiorno affettuosamente abbreviato in Cormez come da noi il Corsera, io
sulla grafica giocavo una equazione, tanto paesana
quanto è paesano il modo di pensare della maggioranza degli italiani che di fatto trasferisce
col voto anche una predilezione estetica, non ha
caso siamo stati con la DC per più di 50 anni e poi
con Forza Italia spero non per altri 50, poco importa
se c'è poi una grafica di buon gusto non è quella che
fa le leggi ne previene i disatri se la pratichiamo lo
facciamo per noi e per i nostri figli what else?


>gians sopra da tess se leggi ho spiegato le tags
che da me sono sempre un po vaghe, del resto
come non potrebbero esserlo, visto che non so
cosa sono.

'o munaciello ha detto...

que viva Espana!

buone feste Egino'! A te e a famiglia!

egine ha detto...

Que viva!!!

ciao ciruzzo