lunedì, gennaio 13, 2014

Oscar 2014 non aspettatevi un altro Lincoln


Molto brevemente i miei commenti ai vari film americani candidati all'oscar: GRAVITY non l'ho visto in 3 d ma resta comunque con immagini degne del National Geographic Mag., ecco detto questo, brava la Bullock, non da oscar 12 YEARS SLAVE bello crudele e angosciante, potrebbe… CAPTAIN PHILLIPS Tom Hanks un po dovunque anche in Saving Mr.Banks nella parte di Walt Disney, qui sacrificato in un ruolo di routine un americano i somali ed i soliti seals AMERICAN HUSTLE questo è il mio favorito strepitosa la recitazione attonita di Christian Bale, film da vedere e rivedere THE WOOLF OF WALL STREET Di Caprio sempre al massimo mai sopra le righe nonostante il personaggio, ma dopo Gordon Gekko difficile stupire sull'avidità come stile di vita, divertente ma non da oscar INSIDE LLEWIN DAVIS dei fratelli Coen non sono riuscito s vederlo quindi ogni previsione senza aver sentito la voce dei fratelli è una azzardo. SAVING MR.BANKS un grande Tom Hanks nella parte di Walt Disney lo so, la persona non piace, ma la bravura di Hanks nel convincere l'autrice di Mary Poppins a cedere i diritti per farne un film è straordinaria, le scene australiane sono bellissime ma detto questo è un film della Disney con Walt Disney co protagonista e tale resta. Vorrei dire che l'articolo parla dei Directors e non dei films quindi spero che l'oscar vada ad American Hustle sui registi non ho previsioni, tendo per l'ecumenismo come nei Golden Globe appena assegnati. PS. sono strafelice per il Golden Globe vinto da Paolo Sorrentino per LA GRANDE BELLEZZA che pure non è tra i suoi film più belli Directors Guild of America 2014: nominati Cuaron, McQueen, Greengrass, O. Russell e Scorsese

3 commenti:

Davide ha detto...

Sembra che tu abbia fatto il critico cinematografico da sempre, invece di essere stato fotomodello.
Allora io ho visto solo American Hustle e questo la dice lunga sul tempo libero dei fotomodelli.
Super l’interpretazione di quell’attore esordiente che interpretava il capo mafia che rivolgeva domande in arabo alla talpa messicana.
Super il rapporto tra poliziottino rampante e capo mollaccione e prudente.
Brave le ragazze tutte, in modo particolare quella con lo smalto, cintura nera della manipolazione.
Il sindaco e gli altri tutti onesti e disonesti.
Buona la sceneggiatura tutta, l’alone sarcastico e autoironico. Il mood cromatico dei tuoi tempi.
E christian vabbe che te lo dico a fare..per gli altri aspetto la pensione.

Emanuele Ginepro ha detto...

See facile la scusa del lavoro😀

Emanuele Ginepro ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.