sabato, febbraio 12, 2011

srilankastan





L'ultima citta Galle, bella, raccolta dentro alle mura di un forte, che hanno resistito alla furia dello tsunami, molto stranieri
residenti, ristorantinii eleganti antiquari una versione tropicale di lucca o capalbio a scelta, senza l'olio d'oliva ma con
gli stessi rompicoglioni, vicino la spiaggia di Mirissa molto bella, insomma abbandonare l'india per quest'isola è stato
come passare dalla vita alla svizzera, perchè quest'isola è un po svizzera, ci sono tante cose belle tanta educazione e
gentilezza, ma insomma a me poi cosa mi rimane.

2 commenti:

Gians ha detto...

hai reso perfettamente l'idea, la troppa educazione o meglio l'educazione conformista, a volte è segno di impersonalità.

egine ha detto...

Gians mai visto tanta bellezza inutile