lunedì, settembre 24, 2007

a piedi nudi


circa 40 anni fa io ed il mio amico Merù, un gioielliere sardo, piccolo di
statura, bravissimo nel suo mestiere, ce ne andammo a fare un giro nel sud est asiatico hong kong Bangkok e da li in Birmania,
si era da poco instaurata la dittatura militare, per cui gli ex governanti erano
ridotti in poverta, la nostra guida era giovane ed era figlio dell'ex primo ministro,
ci ricevette nella sua casa, che aveva visto tempi migliori, ma comunque ancora
affascinante, al di là di alcuni grossi topi che scorazzavano nel salotto, la
vista di Rangoon è ancora, in tutta la sua bellezza, nei miei occhi, fate conto
un immmenso giardino ma immenso , dal quale escono solo i tetti delle pagode, e proprio
una pagoda forse la più grande, fu la nostra prima visita, pioveva una gran pioggia calda ci levammo le scarpe, non senza qualche rimostranza di Merù che era piccolissimo e senza scarpe diventava minuscolo, e col caldo della pioggia sotto
i piedi nudi camminammo sul marmo della pagoda, ricordo quella passeggiate come uno dei momenti più felici della mia vita, il viaggio al nord era poi ostacolato
da regolamenti rigidi ed incomprensibili come potete immaginare, nel tempo
le cose sono peggiorate il regime è sicuramente più opprimente di allora, e
senza la voce di Aung San_Suu_Kyi non ne sapremmo nulla, ora anche i monaci e le monache sfilano contro questa dittatura incomprensibile,
forse il fatto di apparire cosi indifesi li salverà, io almeno spero.

31 commenti:

rip ha detto...

Chissà che una volta tanto la religione non venga usata per liberare, anzichè per opprimere.

egine>rip ha detto...

non so come risponderti vorrei solo
che non morissero, laggiù, intendo
il sud est asiatico, la religione non ha mai oppresso nessuno, e infatti
non ho mai visto popoli tanto sorridenti, poi c'è la fame il degrado, tutto quello che uno puo infilare nella povertà, l'unica religone che gli ha tolto il sorriso
è stato il comunismo

davide ha detto...

10 100 1000 Merù scalzi sotto la gran pioggia calda. Un esercito così a contrastare il regime, che sull'efficacia dell'apparire indifesi nutro qualche perplessità: tornano alla mente le immagini dei monaci tibetani che negli anni 60 nel vietnam "buddista" si suicidarono cospargendosi di benzina, torce umane nella posizione del loto...c'è di peggio?

1ps ha detto...

proprio l'altro giorno facevo ricerche sulle monache e scoprivo forme religiose molto diverse

sempre di religioni si tratta, ma fondamentale per chi crede comunque è essere rispettato nella propria individualità

bello egio

1ps ha detto...

ora che ho detto la mia dose quotidiana di cazzate posso ritirarmi in buon ordine...

Ugolino Stramini ha detto...

o.t. ti ho rispoto da 1ps, anche se in ritardo.

Su questo post, l'unica cosa che so dirti velocemente è che a volte sembra tu partecipi del respiro del mondo intero, e delle sue sofferenze, e questo non credo che si impari.

egine>davide ha detto...

anchio lo temo, le repressioni di
solito son feroci, è pur vero
che tutto il mondo guarda verso la
birmania, ed un bagno di sangue
potrebbe essere fatale ai militari.

egine>1ps ha detto...

le nuns e i monks laggiù sono
ben altra cosa dalle nostre, la
religione è al margine delle cose, pertanto ancora più da difendere

egine>ugolino ha detto...

non credo che sia cosi ugolino,
è stato solo un associazione di idee
vedere i monaci scalzi, ed il ricordo
dei miei piedi nudi nella pagoda,
sotto la pioggia calda, se poi questo
ricordo si rende attuale perchè sfiora la brutalità insensata, certo
a me dispiace, e a chi no?
ps.ho letto la tua risposta bella
e grazie.

Teresa ha detto...

Sì li ho visti sfilare sotto la pioggia a piedi nudi, speriamo bene.
A volte dimentichiamo tutte le piccole e grandi oppressioni che esistono al mondo

egine>teresa ha detto...

questa della birmania non la dimentichiamo per merito di quella
donna minuta ma forte come l'acciaio,
che paga di persona come mandela come gandhi, come falcone come borsellino

alba ha detto...

un bacio egine!

egine>alba ha detto...

grazie alba, ricambio

GdS ha detto...

si salveranno.

intanto c'è del lavoro per te, caro il mio PPPRRRR

Espressione ha detto...

uomo che ha viaggiato,beato te,io a piedi nudi ho visto sfilare in tv e sui carboni ardenti, jukas casella.....ma non era per contrastare il regime...
eSp.

ilMaLe ha detto...

San Suu Kyi si oppone alla dittatura militare che domina incontrastata il suo paese: la Birmania. Nel 1990 il regime militare decise di chiamare il popolo alle elezioni, e il risultato fu una schiacciante vittoria della Lega Nazionale per la Democrazia di Aung San Suu Kyi, che sarebbe quindi diventata Primo Ministro, tuttavia i militari rigettarono il voto, e presero il potere con la forza, annullando il voto popolare.La politica birmana per la sua battaglia a favore della democrazia fu insignita del Nobel per la pace nel 1991. Nel 2000 venne arrestata e dopo 2 anni di carcere duro, fu rilasciata dalla giunta militare guidata dal dittatore Than Shwe dopo diverse pressioni della comunità internazionale. Nel 2004 viene messa agli arresti domiciliari e da allora vive sotto lo stretto contatto dei suoi carcerieri. Un altro caso di paladina dei diritti democratici che va liberata.

egine>gds ha detto...

tu dici? ma si che continuino a marciare, eppure un po di paura
ce l'ho

il lavoro è gia fatto da te !

egine>esp ha detto...

esp come te lo devo dire questa
di jukas casella è fantastica,
ognuno mette un mattone, tu hai
messo il tuo!

egine>ilmale ha detto...

si se leggi un po più in su ne
ho parlato, e ho anche nominato
altri alcuni hanno pagato con
la vita, Mandela con 27 anni di galera, un po di libertà costa una
fatica immensa!

GdS ha detto...

si salvano, la salvezza è degli scalzi indifesi (tipo raissa) da quando ho smesso di picchiare ed ho tolto le scarpe (e non è molto) mi sento molto più forte, indifeso e forte.

egine>gds ha detto...

bella questa dei piedi scalzi
indifesi di raissa, una bellissima
immagine, speriamo che venga qui e la legga, in quanto a te ti preferisco scalzo, forte be proprio indifeso no
neeehh

GdS ha detto...

diciamo che combatto con la guardia abbassata, modello Alì!

egine>gds ha detto...

hehehehe sappi che ho invitato miss
sprucida a leggere i tuoi commenti qui:)

1ps ha detto...

Infatti.
Facevo proprio ricerche su "altre" monache.

egine>1ps ha detto...

so che prediligi la qualità alla
quantità, ma ti avanza del tempo
per chi ami? non c'è nulla di personale è solo la constatazione
di quante cose fai, non c'è asterisco
e quindi la risposta è facoltativa

raissa ha detto...

piedi scalzi indifesi... eh così non vale, mi hai tolto tutta la sprucidità...

marcio insieme a loro... scalza e indifesa!!!

egine>raissa ha detto...

te l'avevo detto che era bella
la definizione di GdS, cosa ci
vuoi fare, al fin della licenza
lui tocca, abbracci e baci e buona
marcia!

Anonimo ha detto...

*

egine>anonimo ha detto...

* vuol dire che ti è piaciuto il post ?

Ugolino Stramini ha detto...

L'anonimo ero io, il post mi è piaciuto, ma non intendevo quello!
Mi sembrava ti fosse mancato un asterisco e te ne ho passato uno dei miei... ne ho tanti!

egine>ugolino ha detto...

beh grazie, un asterisco fa sempre comodo:)