giovedì, ottobre 04, 2007

segue dibattito

A proposto della pastora kirghisa, si parlava con laPardaFlora dei lavori
che ormai nessun italiano e più disposto a fare, seppur ben retribuiti,
questo rifiuto è globale, non riguarda solo l'italia, riporto una parte del mio commento che è brevissima"i ragazzi pur sapendo che facendo il
tornitore porterebbero a casa una busta paga
decente e sopratutto sicura nel tempo
vorrebbero tentare la strada del grande fratello, inteso in senso lato, del
resto le dichiarazione della giovane modella israeliana ti fanno capire
che qualcosa è cambiato, proprio nel modo di concepire il futuro, possiamo
darle addosso, dire che è una vigliaccata, ma non risolviamo il
problema che invece c'è" Aggiungo che per quanto mi sembri odiosa la posizione
della modella Bar Rafaeli, io non sono in grado di dare un giudizio che non abbia il suono falso della "ferma condanna" "parole ignobili" e altre stronzate che si spendono
su dichiarazioni che inconsapevolmente cambiano i nostri punti di vista.

46 commenti:

Ugolino Stramini ha detto...

Ma perché? ch'ha detto 'a piccirilla?

egine>ugolino ha detto...

beh parecchie cose, piuttosto sorprendenti in bocca ad un israeliana, niente leva si è appositamente sposata e subito
separata per evitarla,nota che
i figli dell'elite israeliana fanno di tutto per evitare il servizio militare quindi non è la sola, trova che sia stupido morire per il proprio paese,
e che a 18 anni è meglio stare a new york, ora al di la dell'effetto
Catalano, dovresti leggere il Corriere di oggi perchè dice anche altre cose, il perchè me ne sono
interessato l'hai letto nel post

rip ha detto...

Io non riesco ad avere un'opinione riguardo a come possa agire una persona che teme per la propria vita.

egine>rip ha detto...

mi sembra che ci sia qualcosa di più del temere per la propria vita, c'è una affermazione di volontà di vivere
diversa dal consueto, ma tu dovresti capirlo meglio di me

rip ha detto...

Leggerò tutto l'intervento. Comunque sia chiaro che io non capisco niente, mai.

egine>rip ha detto...

dubito:)

bp ha detto...

uè sì saggio assai!
la strada lata del grande fratello, appare più facile da percorrere. pure se questa non porta da nessuna parte!

Teresa ha detto...

ma sai Egi, bisogna anche distinguere le persone dalle quali provengono le dichiarazioni.
questa è giovane, bella e ricca, un po' modello giovani occidentali di oggi

egine>bp ha detto...

il GF in senso assai lato, ma proprio
a te marzia o a ciro o ad 1ps o
alle altre ragazze si rivolgeva il
mio interrogativo è cambiato il
modo di intendere il futuro, non è
davvero più una cosa ingessata,
nei riti consueti in obbedienza
a cose che nessuno ssente più ma
che nessuno ha il coraggio di dire.

egine>teresa ha detto...

ma proprio la sua posizione sociale,
l'appartenere ad una classe dirigente, le da questa liberta di dire, forse anche cose insensate,
ma le principali non lo sono, morire
per la patria per esempio persino per
me non conta nulla, figuriamoci per
una persona giovane sono sicuro
che moltissimi lo pensano non solo li in Israele ma in tutto il mondo, e bada che non parlo di pace, ma del solido desiderio di vivere e godersela a tutti i livelli

bp ha detto...

soggettivamente:
il futuro ha l'aria incerta, inizio a zoppicare anch'io quando ci penso. mi pare di avvertirlo difficile da raggiungere, se non a costo di sperpetui quotidiani.
le inesistenti prospettive lavorative hanno rallentato di parecchio i miei studi.
lavoretti ne trovi quanti ne vuoi. ma di lavori...manco l'ombra.
e posso mantenere una famiglia lavorettando? posso affrontare spese casalinghe solo lavorettando?
e io dovrei sostenere ben 37 esami per lavorettare? per diventare un dì la centralinista più colta tra le centraliniste della telecom o vodafone?? e tutte le mie conoscenze circa la psicopatologia dello sviluppo infantile, a chi le conto? certo potrebbero mettere un numere verde per i bambini clienti tim che presentato disturbi di vario genere riconducibili al'abuso di comunicazione tramite sms...

ihhh ch' schifezz 'e futuro!

egine>bp ha detto...

tu mi racconti dell'emergenza, della possibilità negata di sciegliere, di fronta a quanto tu mi racconti non c'è via di uscita, e sicuramente altre o altri mi diranno le stesse cose, che non si puo nemmeno immaginarlo un futuro, ecco io penso di no, penso che altri lo stiano già facendo, quello che non ti so dire se sia meglio cio che ci eravamo prefissi, o le scelte che non ci aspettavamo di fare.

egine>bp ha detto...

e a proposito di quanto hai studiato
mi sembra che la tua città dovrebbe
avere un gran bisogno di persone preparate proprio in quel campo.

cuncetta ha detto...

Ma sbaglio o questa è la fidanzata del Craprio Ammericano del Titanic?!
Che poteva dire meschina?!

egine>cuncetta ha detto...

non ti sbagli, ma non c'entra nulla,
quanto ha detto trascende, certo
inconsapevolmente,il significato
letterale delle dichiarazion ed assume almeno ai miei occhi una
sorta di superaramento dei tabù,
patria, morte per essa cazzate
che sono felice cha anche la più
inconsistente improvvisata portavoce riesca a spazzare via.

bt ha detto...

ah certo...minori a rischio qua se ne trovano...
ma sono le strutture che non ci stanno!

Espressione ha detto...

se la pensa così ha fatto bene...
eSp.

1ps ha detto...

posto che anch'io non capisco alla prima, tranne gli Stati Uniti (scelte), che avrà detto?
Poi ho letto cuncetta. Risolutiva, come sempre.

Ogni tuo desiderio è un ordine, egio.
Ma forse stavolta ho esagerato.

egine>bp ha detto...

bippi spero che tu capisca il mio punto di vista, conosco le difficolta
che possono incontrare i giovani
specialmente al sud, dico solo
che a volte, bastano poche parole per rimettere tutto in discussione,
io cerco di capire quello, non ho
ricetta contro l'impossibilità di sciegliere.

egine>esp ha detto...

non so esp vorrei capirlo!

egine>1ps ha detto...

il personaggio non c'entra è del
tutto inconsapevole, ma dice delle cose sorprendenti, non voglio liquidarla come la bella figa scema,
anche se è una bella figa, probabilmente anche scema.

vengo a trovarti

Ugolino Stramini ha detto...

egine, occhio al doppio salto mortale carpiato!
Via le "catalanate" della pupa; lasciamo per un attimo anche il tema del post, il futuro; giriamo l'obiettivo, tu.
Dai l'impressione di trovarti in quel particolare stato di grazia in cui riesci davvero a staccare incrostazioni che neanche sapevi di avere, e che avevano invece caparbiamente resistito a tutte le tue rivoluzioni, a tutte le tue emancipazioni.
Tu che Re ne hai visto cadere tanti, ti trovi, ancora una volta e inaspettatamente, ad accorgerti che il Re è nudo proprio per bocca di un'innocente, tenera fanciulla.
Patria, dovere, sacrificio; parolone coi piedi d'argilla. Che senti di non aver argomenti per difendere.
Splendido il modo in cui tu stesso bocci la tua capacità di giudizio, pronto, chissà, a buttarti ancora una volta tutto alle spalle e ricominciare. Oggi.
Io, da grande, voglio essere come te.
E magari a golf sarò pure meglio :-)

Stefania Prstigiacomo ha detto...

uelà

ma questo è amoooooore
Stramiiiiini

ugolino stramini ha detto...

on.le Prestigiacomo, quindi io e il mio amico egine possiamo contare sul suo appoggio ai DICO in parlamento?

egine>ugolino ha detto...

hai virato sulla mia boa, dicendomi cose belle di cui ti ringrazio, ma
di come si stia scrivendo una scieneggiatura, non priva di
sensibilità, cosi al di fuori dagli schemi, dettata da persone normali,
non da Celine che questi manco sanno
chi sia, li ti riservi, mentre proprio la tua voce volevo sentire,
ma ci sentiremo, ora devo rispondere
a stefania!

egine>prestigiacomo ha detto...

Caro giovanotto, non faccia del
gossip inutile, qui si parla anche del suo futuro, qui le si indica come scardinarlo e metterlo al posto del
naso per spostare le orecchie sopra
la bocca, perchè cosè il futuro
se non un quadro di Pablo, pittore che ella ha recentemente citato.

egine>ugolino ha detto...

forse l'onorevole vuole amarci
entrambi, anche se dopo il vomitevole
paragone del futuro con il quadro
di Pablo, ci ripensa!

Marcoz ha detto...

Quello che ho trovato delle dichiarazioni citate è troppo poco perché io mi faccia un parere (per quel che vale) a tutto tondo.
Posso solo dire, Egine, che più del cambiamento "nel modo di concepire il futuro" io vedo una mutazione nel modo di concepire il presente; cioè, un modificarsi del nostro accettare le clausule del contratto che sottoscriviamo con la società in cui viviamo.
In linea generale, sono dell'avviso che la signorina può fare tutte le scelte di "libertà" che vuole, sperando che ella non sia portata a chiedere rigorosità a coloro che la mettono in condizione di farlo.

Saluti

P.S.: Ugolino fa osservazioni sempre acute. Dico solo che ci può essere una via di mezzo tra il pensare agli affaracci nostri e il sacrificarsi per la Patria.
Due estremi che non mi attirano.

Ugolino Stramini ha detto...

egine, "ma di come si stia scrivendo una scieneggiatura, ... li ti riservi, mentre proprio la tua voce volevo sentire"
Chiedo venie, ma non ci arrivo; sai che riservarmi non è mio uso; aiutami a capire e sarò lieto di darti la mia opinione.
L'ho detto a Rosa, tu hai troppa stima di me, ma vedrai che col tempo ti aiuterò a ridimensionarla.

Ugolino Stramini ha detto...

marcoz, penso che avere dei figli aiuti a cercare quella via di mezzo. Trovarla è un altro paio di maniche.

Marcoz ha detto...

Che non sia semplice farlo, è sacrosanto, Ugolino. Però se uno non ci prova…

egine>marcoz ha detto...

parli di un patto con la società,
è giusto quello che forse inconsapevolmente si vuole ribaltare, dici che qualcuno dovrà
poi assicurarti la possibilità di queste scelte, ti si potrebbe obbiettare che nessuno cerca protezioni, nel rifiuto di certi
lavori od obblighi, vedo solo il desiderio di qualcosa che assomigli di più alla
vita, questi sono i miei interrogativi, questa è la nuova
sceneggiatura di cui parlavo a
Ugolino, non è scritta è percebile
cosi a orecchio, è come un rumore di fondo, se sia destinato a crescere non lo so è appunto quello
che mi domandavo.

ps. di solito le vie di mezzo sono
quelle in cui non si è sicuri di aver fatto bene ma abbastanza fiduciosi di non aver fatto male,
forse i miei figli sceglieranno
una via di mezzo diversa dalla
mia dove sacrificio per la patria
o sfrenato egoismo siano solo i
retaggi di una società vecchia,
la nostra.

la parda Flora ha detto...

Visto che bene o male sono stata tirata in ballo da Engine, direi che mi trovo abbastanza d'accordo con Marcoz. Credo che esita, almeno nominalmente, un patto civile, un po' come lo concepiva Montesquieu, e che esso deva essere rispettato, dato che anche se brontoliamo, e non dico non ce ne sia motivo, tuttavia qualcosa lo Stato pure ce lo dà, e senza staremmo sicuramente peggio - poi, la perfezione non è umana, ma la perfettibilità sì, e non è certo abbandonando spazi pubblici agli altri che si può poi lamentare il disconoscimento delle proprie istanze, credo.
E' comunque buffo che questo discorso si avvii all'indomani della "esecrata" parola bamboccioni usata da Padoa-Schioppa: gli incentivi economici, è vero, sono ridicoli, ma da quanti anni ormai si parla di sindrome di Peter Pan? molti giovani non avranno i mezzi per uscire di casa, ma spesso in casa loro non sono capaci neppure di rifarsi il letto, e non perché non sia stato loro insegnato come si fa...
Un po' di guai, credo abbiano origine alcuni decenni fa, quando si è iniziato a distorcere quello che, IMHO, credo sia il senso di democrazia: da diritto alle stesse opportunità, a diritto agli stessi risultati, che se permettete, è tutt'altro paio di maniche.

Ot. Caro Marcoz, vedo che le zecche sono dure a staccarsi... pensavo che la storia fosse finita, ma oggi passando da te ho scoperto con sconcerto che non è così. Engine sa quanto abbia stracciato i maroni a me uno psicotico del genere, sino a costringermi a chiudere i commenti, e quindi quanto io sia diventata insofferente di fronte a questa sorta di onanismi internettiani, solidarizzando con le loro vittime: sono arrivata alla conclusione (a parte l'ovvia realtà che gli svitati trovano in rete il loro pabulum di crescita ideale)che questa gente, non avendo altre affermazioni nella vita, dà un senso alla propria esistenza con questo squallido genere di vicende, facendone il proprio modo di rapportarsi con il mondo (come conferma una veloce vistina ai loro blog).

Mi scuso con Engine e gli altri visitatori se uso così questo spazio, ma da te mi pareva controproducente, e non ho trovato un modo per raggiungerti privatamente.
Cari saluti a tutti
f.

egine>ugolino ha detto...

hai ragione cosi come l'ho messa ieri
sera, senza qualche parola in più,
era di diffcile comprensione anche per te, c'è qui Rosa che annuisce,
comunque nelle cose che ho detto
a marcoz, penso sia definita meglio
questa sceneggiatura, per lo meno
per quanto riguarda il rifiuto alla
protezione come conseguenza del
rifiuto a fare patti con l'attuale società, la ricerca ripeto di qualcosa che assomigli di più alla
vita che non è mai priva di egoismo
e di generosità, mi auguro che cosi
quello che intendevo sia più chiaro

egine>laprdaflora ha detto...

E' proprio quel patto civile che andrebbe rivisto, cosi mi sembra di aver percepito ma puo darsi che io
abbia ascoltato la Carmen e l'abbia
confusa con la Butterfly, sui
bamboccioni che sono il contrario delle voci che mi sembra di ascoltare, novella giovanna d'arco,
mi esprimerò col prossimo post,
ciao F.

davide ha detto...

egine, le ultime righe di questo post hanno una lucidità stupefacente. Chi le ha scritte?? scherzo veh :) mica possiamo tutti manifestare l'amore di Ugolino...
penso che Rosa, i bimbi e molti bamboccioni, geneticamente più anziani ed evoluti di noi, conoscano - inconsapevolmente - risposte, sceneggiature ...come vengano poi scritte lette attuate non so

egine>davide ha detto...

gia appunto il brutto è che non posso
dire "staremo a vedere" cazzo, tutto
succederà e come sempre io sarò in un altro posto:)

la parda Flora ha detto...

Engine bello (visto che sotto c'è la foto, anche se la montagna un po' s'è mossa),
;-)
io vedo degli universitari imbecilli, ma veramente imbecilli, senza offesa per nessuno, che spesso risicano il loro venti e la loro laurea perché professori demotivati preferiscono toglierseli di torno, dato che nella scuola dell'obbligo pare che non si bocci quasi più, alle superiori c'è una tendenza all'appiattimento verso il basso, e visto che tutti - giustamente - vorrebbero qualcosa di meglio per i loro figli, è magari antipatico dirlo, ma anche delle autentiche zucche, invece di essere proficuamente avviate agli istituti tecnici e a professionalità, come si diceva, richieste, si vorrebbero avvocati o medici o cantanti rock. Come se avvocati e medici e anche cantanti rock (quante ore di esercizi e studio serio servono, con una concorrenza ormai feroce, anche per cantare, o fare la ballerina di fila?), se vogliono arrivare da qualche parte, non si dovessero sbattere da mane a sera, anche se in modo diverso da un tornitore, certo.
D'altra parte, per dire, guarda le immagini degli Altri che ti vengono offerte: mi sono sempre chiesta come negli scenegggiati tv (essendoci un'associazione degli sceneggiatori, pare che spesso, visto che lavorano su committenza, se lo siano chiesto anche loro, ma inutilmente) come un professore, che nella realtà si lamenta per il basso stipendio, possa permettersi una casa d'epoca di 200 m quadri a Roma, così per dire.
Se vedi un mondo che va avanti a scorciatoie, intrallazzi, furbizie, e gli esempi vengono dall'alto (il condono fiscale tombale, tanto per dirne una, che cos'era, nella realtà, se non una istigazione ad evadere da parte istituzionale?)si può anche capire che uno si formi l'opinione che solo i cretini si fanno il culo, anche se nella vita poi la selezione naturale esite ancora, e falcidia: basta avere un po' di pazienza, e ancora oggi, in linea di massima, sopravvive solo chi si sia fatto e faccia il culo. Ma vallo tu a far capire...

Cav. Marcello Stacchia ha detto...

Giovanotto,
al Bar Rafaeli, qui a misterbianco, fanno delle ottime granite di Mandorla!
Venga a trovarmi e mi porti la Kirghisa (che discutiamo i dettagli di una collaborazione extra-professionale...)

cordialità,

Cav. Marcello Stacchia

egine>cav:stacchia ha detto...

Cavaliere, la leggo sempre con piacere e vedo che anche a Lei sta a cuore il futuro dei nostri giovani,
non mancherò di bere con Lei portando la piccola kirghisa, il cui destino è gia segnato come ho spiegato nel
post a Lei dedicato, spero che leggendolo troverà che la soluzione
da me adottata sia la migliore.
suo aff.mo

egine>lapardaflora ha detto...

non è un caso che tu mi dica cose
sulle quali sono perfettamente daccordo e alle quali sono ricorso
più volte, ma vedi tu mi parli di un lago fermo stagnante, solo il vento
soffiando crea delle piccole onde,
chissà magari io mi sono sognato uno
tsunami.

Marcoz ha detto...

"vedo che le zecche sono dure a staccarsi"

Parda, sono facezie queste.
Saluti

la parda Flora ha detto...

Marcoz, sì, in effetti in confronto a quel che è capitato a me, che è stato veramente da neurodeliri, e ha richiesto l'intervento della polizia postale, son facezie...
Comunque, è il motivo per il quale son costretta a tenere i commenti chiusi.

Marcoz ha detto...

Parda, addirittura la polizia!
Per un litigio via blog?

la parda Flora ha detto...

OT per Marcoz
Se ti parlo di neurodeliri, avrò i miei buoni motivi...
E se l'avvocato ha ravvisato gli estremi per querelarlo per due reati diversi, fidati che si trattava di qualcosa di più di una litigata via blog: era, come qualcuno all'epoca disse, un gioco al massacro.
Per esempio, la cosa è durata per mesi, coinvolgendo tutti i blog che frequentavo, e si è fermata solo per paura delle conseguenze legali, anche se il tipo era stato così astuto da dare dati falsi al gestore Splinder e ai vari "amici" di blog, alcuni dei quali comuni, anche se io con lui non avevo mai avuto nessuno scambio, e postava da internet point pubblici, per non esssere rintracciabile, poi è sparito per un po', per cautela, quindi la polizia postale non ha potuto fare nulla;
mentre stavo molto male(sarei ancora convalescente, a dire la verità, e ho rischiato seriamente di crepare)e se uscivo di casa era per andare in ospedale (fra l'altro, ho collezionato sei pronto soccorsi, con un ricovero d'urgenza, in un anno) ricevevo, per dire, lettere che mi invitavano ad ammazzarmi con annesse volgarissime istruzioni su come farlo. E mi fermo qui, anche se il tipo ( per dirla con Romero, a volte tornano...)si è rifatto vivo quest'estate, sotto nuova personalità, per cercare vendetta, in un modo così contorto che ha fatto dire a più d'uno che ha ssistito allibito alla cosa - questo è veramente malato di mente...
Fra tutte le persone che conosco in Rete, non so di nessuno che abbia vissuto una storia come la mia, anche se qualche imbecille ovviamente l'hanno incontrato un po' tutti.
Ciao
f.

Marcoz ha detto...

Parda, la realtà continua a stupirmi sempre e maggiormente di più della fantasia più estrema.